Perché le ragazze delle scuole medie A volte parlano come bambini

Gli insegnanti sono tecnicamente assunti per insegnare contenuti—matematica, scienza, inglese, storia. Ma nel corso di una normale giornata scolastica, insegniamo molto di più. Ho applicato i codici di abbigliamento perché voglio che i miei studenti valutino il loro cervello sulle loro parti del corpo. Ho fatto contare l’ortografia perché le idee presentate in modo sciatto hanno meno probabilità di essere ascoltate. Insegno sulla temperanza, la giustizia, la prudenza e la fortezza al fine di rafforzare il cuore dei miei studenti e le loro menti. E quando sento le mie studentesse adottare una voce da bambino acuta e carina o trasformare le loro dichiarazioni in domande con “upspeak”, mi prendo il tempo di insegnare loro come trovare le loro voci di autorità.

Per anni, ho ignorato l’abitudine di baby voice e upspeak perché mentre è fastidioso, ero grato che i miei studenti parlassero in classe. Apprezzo quanto possa essere difficile per alcuni bambini aprire la bocca in classe e rischiare l’imbarazzo, quindi non volevo fare nulla per infondere più insicurezza o smorzare il loro entusiasmo per la mia classe. (Inoltre, baby voice funziona su alcune persone. Un professore universitario di sesso maschile con cui ho parlato ha ammesso che quando una studentessa usa il baby talk, “Ci cado come una tonnellata di mattoni.”Ha aggiunto:” Mi rende più morbido e misericordioso, più propenso a spendere energia extra per aiutare, e così via.”)

Ho cercato di guardare oltre l’abitudine, sperando che, come la maggior parte delle tendenze, passasse alla storia. Ma dopo alcuni anni di ascolto di ragazze fanno punti intelligenti e penetranti con provvisorio, voci infantili, mi sono sentito in dovere di intervenire. Sono diventato ancora più preoccupato quando ho capito che la tendenza poteva essere interpretata come qualcosa di più sinistro della semplice affettazione vocale. “Sexy baby voice”, o SBV, si presentava in televisione e nei film come uno strumento di manipolazione sessuale, un modo di sfruttare il feticcio della nostra cultura per la sessualità adulta avvolta in pacchetti adolescenti. Grantland ha postulato che SBV ” ritrae l’oratore come un sottomesso 12-year-old che cerca di essere un oggetto sessuale.”Tina Fey lo ha deriso in un episodio di 30 Rock. L’attrice e regista Lake Bell ha lanciato il suo takedown di SBV mentre promuoveva il suo film In un mondo.

Se le donne vogliono spacciarsi per pubescenti per attirare l’attenzione sessuale, bene, questa è la loro attività per adulti. Ma quando la tendenza si riversa sui veri bambini di 12 anni, che possono o non possono capire ciò che il mondo sente e immagina dietro quella voce da bambino, mi sento obbligato ad aiutarli a muoversi verso un mezzo di comunicazione più maturo che non sacrifichi il contenuto alla sua consegna. In un’intervista con il Washington Post, Bell ha spiegato: “Penso che quello che trovo più sfortunato è che è diminutivo, è una sorta di diminuzione. Ed è un dialetto. Non è nemmeno giustificato da, ‘ Oh, lei è nata con quello. E ‘ imparato.”

Alcuni, tra cui Jessica Grose a Slate, ritenevano che Lake Bell fosse ingiustamente” dissing voci femminili”, che ” le donne che sono più piccole potrebbero avere corde vocali più strette, il che porterà ad un tono più alto.”Tuttavia, quando considero se i miei studenti si stanno esprimendo con fiducia, non sto cercando il passo. Le ragazze delle scuole medie hanno spesso voci molto acute che possono o non possono svilupparsi in una voce più profonda del petto con il tempo. Sto cercando la lilt più sottile, il tono e il ritiro dall’autorità consegnati attraverso quella voce acuta. Soprattutto, sto cercando ciò che potrebbe essere percepito come un’intimazione di sottomissione sessuale o sociale.

Con questo in mente, ho iniziato ad avvicinarmi a baby voice come un’altra pratica da superare, molto simile alla disorganizzazione abituale o alle urla nelle sale. Nel mio ultimo lavoro di insegnante, ho avuto la fortuna di insegnare ai miei studenti per tre anni di fila, e ho preso grande piacere nel vederli crescere e maturare come pensatori. Sono venuti da me come bambini piccoli e sono partiti per il liceo come adulti fiorenti. Volevo mandarli in età adulta sapendo che hanno il diritto di occupare spazio con le loro voci.

Altre storie

Se, come afferma Lake Bell, la voce del bambino viene appresa, può essere ignorata attraverso la pratica, il rinforzo positivo e più pratica. Tuttavia, prima di affrontare il sintomo, volevo arrivare alla radice del problema. Mi sono rivolto alla psicoterapeuta e autrice Katie Hurley. Ha spiegato che i bambini più piccoli tendono ad usare questa forma di regressione vocale per far fronte all’ansia, quando si sentono sopraffatti o combattono emozioni e pensieri invadenti e angoscianti. Per i bambini più grandi, ha detto, ” può derivare da una bassa autostima o è usato per cercare attenzione da coetanei e/o adulti.”

Hurley raccomanda che insegnanti e genitori guardino i sentimenti sottostanti dietro upspeak e baby talk. “Dire qualcosa come,’ Dal modo in cui stai parlando, sembra che tu possa sentirti sopraffatto o ansioso in questo momento’ mostra al bambino che capisci dove sono e sei lì per sostenerli senza giudizio o punizione.”

Ho visto questa strategia lavorare nella mia esperienza come insegnante. Dopo le lezioni, un giorno, ho finalmente deciso di parlare con uno studente di sesto grado che era un utente frequente di babytalk e upspeak. Ci siamo seduti nel mio ufficio durante la merenda, e, sopra la nostra tisana e biscotti, abbiamo parlato perché lei usa una voce così acuta in alcuni momenti e non altri. L’avevo sentita sul palco, quando aveva abitato un personaggio nella sua commedia di quinta elementare, e la sua voce calava in un posto autorevole e sicuro di sé. Ha parlato delle pressioni che aveva affrontato, vivendo all’ombra di un fratello maggiore superstar, del suo rapporto teso con sua madre e delle sue preoccupazioni di essere all’altezza delle aspettative dei suoi genitori. Quella conversazione si è trasformata in uno sforzo di tre anni per identificare quando e perché si trasforma in baby voice. Una volta fatto ciò, abbiamo lavorato insieme per uscire da quella voce dubbiosa e scendere in una voce definitiva e sicura radicata nel suo nucleo, una voce degna delle pesanti intuizioni che condivideva in classe.

Ho anche lavorato per infondere queste lezioni in tutti i miei studenti. Ho incorporato molto più parlare in pubblico in tutte le mie classi. Ho insegnato ai miei studenti a stare su entrambi i piedi, fianchi quadrati, petto fuori, e le spalle indietro. Ho invitato l’insegnante di teatro venire in classe e insegnare loro come occupare spazio con le loro parole. Ha insegnato loro a respirare profondamente, dal diaframma, a proiettare, e ad essere pronti a parlare prima che aprano la bocca. Tutti i miei studenti hanno beneficiato di queste lezioni, ma il mio babytalker più di chiunque altro. I suoi compagni di classe e gli insegnanti hanno iniziato ad ascoltarla. Entro la fine del suo anno di terza media, era emersa un leader accademico e sociale. Alla laurea, ha tenuto un discorso che descrive la sua lunga battaglia con insicurezza, e l ” orgoglio che ha sperimentato come ha imparato ad avere fiducia nelle proprie idee e la sua capacità di esprimersi.

Mentre sostengo i miei studenti e rendo testimonianza alla loro crescita, terrò il consiglio di Hurley vicino al mio cuore. Li ascolterò senza giudizio o punizione, e mi assicurerò che la loro voce esterna—quella che il mondo ascolterà e giudicherà mentre si fanno strada là fuori-corrisponda alla profondità e all’ampiezza della loro voce interiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.