Perché i CD sono ancora una cosa?

Ricordo ancora il primo CD che abbia mai comprato. Era la colonna sonora del brillante lungometraggio animato, Il principe d’Egitto (ero un secchione cristiano, mi ha lasciato un po ‘ di tregua). Tuttavia, non riesco a ricordare l’ultimo CD che ho comprato, perché è passato così tanto tempo. Ammetto di essere un late adopter quando si tratta di nuove tecnologie, ma anche io non ho acquistato un CD almeno dal 2006. Per circa 10 anni ho usato un iPod o uno smartphone per tutte le mie esigenze musicali, ma vedo ancora CD ovunque.

Pubblicità

Contro tutte le probabilità, un numero enorme di persone sta ancora comprando CD. Tipo, un numero davvero enorme.

Le vendite digitali hanno eclissato solo i CD per la prima volta nel 2014, secondo la Federazione internazionale dell’industria fonografica (IFPI). Quell’anno, le vendite globali di musica fisica (la maggior parte dei quali sono CD) ammontavano a billion 6.82 miliardi, che era in calo di circa l ‘ 8 per cento rispetto all’anno prima. Billboard ha riferito nel luglio del 2015 che nella prima metà dell’anno, le vendite di CD erano in realtà in calo rispetto all’ultima metà del 2014, ma ancora pari a 56,6 milioni di unità.

Nonostante il fatto che le opzioni digitali siano ampiamente disponibili per l’acquisto di musica, i CD vengono ancora venduti a decine di milioni. Infatti, secondo un rapporto di febbraio 2016 fornito da media and technology analysis company Media Insights & Decision In Action (MIDiA), “Gli acquirenti di CD sono il più grande gruppo di consumatori di musica registrata con una penetrazione del 32% rispetto al 28% per i frequentatori di concerti, il 25% per i downloader di musica e il 10% per”Quindi, come hanno fatto questi dischi lucidi a diventare un aspetto così tenace della nostra cultura?

Il risultato di ricerca combinata e sviluppo da parte delle aziende tecnologiche Philips e Sony, la tecnologia Compact Disc è stato creato per produrre sia audio dal suono migliore, e un dispositivo audio più portatile e lettore. Mentre il pubblico non avrebbe ottenuto le loro zampe sui mini-dischi gioiello per molti altri anni, i primi CD mai stampati furono lanciati ai media l ‘ 8 marzo 1979.

Advertisement

i CD furono infine resi disponibili per l’acquisto commerciale nel 1982, quando l’album di Billy Joel 52nd Street fu messo in vendita come CD in Giappone. Il primo CD mai pubblicato negli Stati Uniti è stato, ovviamente, Nato negli Stati Uniti da Bruce Springsteen. Le vendite di CD hanno raggiunto il picco nel 1999 e nel 2000 (ha perfettamente senso se si considera che TLC è uscito con “No Scrubs” nel 1999 e Destiny’s Child ha abbandonato “Say My Name” nel 2000). Nel 2000, 730 milioni di CD sono stati venduti solo negli Stati Uniti. Ma nel 2001, le vendite di CD hanno avuto un successo, scendendo a 712 milioni, e poi giù a 649,5 milioni nel 2002. Non a caso, il primo iPod è stato rilasciato nel 2001. Le vendite di CD sono diminuite negli Stati Uniti da allora, ma stanno ancora vendendo oltre cento milioni all’anno.

Chiaramente le case discografiche continuano a fare CD perché c’è un diavolo di una domanda dei consumatori. Ma perché mai le persone vogliono ancora comprare CD, piuttosto che comprare e riprodurre musica digitale senza problemi, o raccogliere dischi in vinile che hanno quello speciale elemento nostalgico hipster? Si scopre che le persone amano i CD, nonostante la pronta disponibilità di musica digitale.

“I CD sono tutt’altro che morti, e non credo che lo saranno presto”, ha detto Zack Zarrillo di Synergy Artist MGMT e Bad Timing Records.

Zarrillo ha detto che, dal punto di vista di un musicista, i CD hanno molto senso.

“La cosa importante da sapere sui CD è che sono molto convenienti”, mi ha detto. “L’acquisto di 1.000 CD attraverso un impianto come DiscMakers può costare poco più di $1.000-il che significa che il prezzo unitario per ogni CD è probabilmente inferiore a $1.50 in valore. Questo è un acquisto conveniente per band in crescita e piccole etichette, e uno con margine decente per una vendita di 5 5 o sale 10.”

Advertisement

Quindi per una band, un CD è un modo economico per portare la tua musica là fuori ai fan che vengono agli spettacoli e vogliono comprare il merchandise della band, e che sono felici di tirar fuori la pasta. Per i fan, Zarillo ha detto CD hanno ancora appello alle persone anziane che non possono decidere di utilizzare iTunes, e per le persone che ancora amano ascoltare la musica in macchina. L’appello dei CD come facilmente riprodotti in macchina sembra essere una risposta popolare sul motivo per cui le persone li stanno ancora comprando.

Ho contattato una manciata di miei amici per chiedermi perché comprano ancora quella che a me sembra una vera e propria tecnologia luddista, e molti di loro mi hanno detto che hanno un lettore CD nella loro auto, e quindi comprano CD per uscire mentre guidano, anche se la radio o un collegamento USB per uno smartphone o un lettore mp3 è un’opzione.

Una delle mie amiche, Sarah, ha detto “Compro ancora perché guidare in macchina (con il lettore CD) è l’unica volta che riesco davvero ad ascoltare musica. Ho sempre setacciare gli scaffali di liquidazione a metà prezzo Libri e ottenere cose come “1997 Nomination ai Grammy.”La mia matrigna mi ha detto” Sono vecchia scuola, che altro avrei fatto? Mi ricorda la mia giovinezza, collezionando album e così via.”Quindi forse il fattore nostalgia di avere la musica in forma fisica conta ancora per i consumatori di musica.

Mentre alcuni produttori di auto più recenti come Tesla stanno facendo auto senza lettori CD, molte case automobilistiche come Volkswagen, Ford, Lexus e Mitsubishi hanno modelli 2016 con un lettore CD ancora nel cruscotto stereo. Nel 2013, Ford ha detto Cars.com che l’estinzione dei lettori CD nelle auto “spetta ai nostri clienti decidere”, aggiungendo che ” monitorano l’utilizzo e reagiranno di conseguenza.”Per ora, questo significa continuare a fare almeno alcuni modelli con un lettore CD in-dash.

Advertisement

Per coloro che potrebbero non avere un lettore CD nella loro auto, ma vogliono uno, o che vogliono sostituire il loro lettore CD auto esistente, si scopre che l’aftermarket (usato vendita) per i lettori CD auto è ancora molto forte. Nel 2015, oltre 5,5 milioni di lettori CD per auto aftermarket sono stati venduti negli Stati Uniti, con una crescita del 7% rispetto al 2014. Il desiderio di riprodurre CD in macchina è forte, e apparentemente sempre più forte.

Ma al di là del desiderio di ascoltare i CD in macchina e del fascino nostalgico, la ricerca suggerisce che la qualità del suono dei CD stessi potrebbe essere una ragione significativa per cui gli audiofili si aggrappano ai dischi fisici. Nel 2014, Cambridge Silicon Radio Limited (CSR), uno sviluppatore di tecnologie audio e delle comunicazioni con sede nel Regno Unito, ha pubblicato un sondaggio di 2.000 persone che ascoltano musica a casa nel 2014, che ha rilevato che il 77% degli ascoltatori a casa voleva una migliore qualità del suono dalla loro musica. Con le vendite di CD ancora relativamente alte, potrebbe essere che lo sforzo di Philips e Sony di creare audio di qualità superiore con il CD abbia avuto un tale successo che non è ancora stato superato, e la gente vuole i CD sheerly per la qualità del suono.

Questo stesso studio ha rilevato che il 76% di coloro che ascoltano musica a casa sentono che la facilità d’uso è “altamente critica” quando scelgono un nuovo sistema audio. Francamente, per gli amanti della musica meno esperti in digitale, ci sono meno tecnologie contemporanee più straight-forward che popping in un CD e colpire il gioco.

Ciò che tutto questo si riduce a, è la pura abitudine. Questo è quello che Mark Mulligan, analista dei media di MIDiA Research mi ha detto. Ho chiesto a Mulligan cosa sta guidando il consumo di CD oggi e mi ha detto che è ” semplicemente abitudine.”Ha aggiunto che c’è una” base di acquisto di musica divisa, polarizzata tra i sofisticati tecnologici che lo stream e gli acquirenti di CD mainstream meno esperti di tecnologia che amano la familiarità del CD. Vedono poco in termini di benefici dallo streaming e valutano la proprietà fisica.”A quanto pare, quella forza dell’abitudine può essere abbastanza forte da mantenere viva l’industria del CD—almeno per un po’ più a lungo.

Durante un viaggio il mese scorso, il mio ragazzo ha preso alcuni nuovi CD da un negozio dell’usato. Non ho davvero capito perché voleva comprare più CD quando entrambi abbiamo iTunes a portata di mano, ma devo ammettere che ero entusiasta di ascoltare Brian McKnight per un’ora di fila. Qualcosa circa il ricordo di belting out Backstreet Boys o Destiny’s Child con i miei amici al liceo, mentre in crociera intorno fornisce una nostalgia speciale che si sente grande per indulgere, ed evidentemente, io sono solo l ” abitudine. Dato che i CD che abbiamo raccolto erano solo 50 centesimi, perché no?

Perché è ancora una cosa è una colonna che esplora la tecnologia anacronistica, apparentemente obsoleta che ci circonda. Nuove colonne appaiono ogni venerdì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.