José Gervasio Artigas

José Gervasio Artigas nacque a Montevideo il 19 giugno 1764. Era un gaucho, o cowboy, fino al 1810, quando fu attratto da una causa patriottica. Una giunta rivoluzionaria di Buenos Aires desiderava togliere la regione del vicereame del Rio de la Plata dalla giurisdizione del controllo spagnolo. Dal 1810 al 1811 Artigas comandò i patrioti uruguaiani in questa guerra d’indipendenza contro gli spagnoli. Conquistò quasi tutto l’Uruguay ad eccezione della città di Montevideo. Poi Artigas divenne il portavoce di coloro che erano disincantati dalla leadership di Buenos Aires e volevano più autonomia per le province.

Nel 1813 i delegati che sostenevano Artigas a un’assemblea costituzionale in Argentina furono respinti dal governo di Buenos Aires e iniziò una guerra civile tra la fazione di Artigas e Buenos Aires. Le differenze tra i due erano fondamentali e quindi difficili da risolvere. Artigas favorì un governo federalista limitato che avrebbe lasciato una grande quantità di potere al governo locale. Buenos Aires essenzialmente favorito poca autonomia provinciale e un forte governo centrale situato a Buenos Aires.

Militarmente, Artigas e Buenos Aires erano ben abbinati. Aveva il sostegno della regione che sarebbe diventata l’Uruguay e, dopo il 1815, il sostegno di quattro province fluviali che costituivano la Liga Federal, una confederazione di province. Buenos Aires, oltre alla popolazione della provincia e della città, aveva le entrate delle strutture portuali e la fedeltà di alcune province interne.

Artigas partecipò al riuscito assedio di Montevideo, che gli spagnoli detenevano ancora, e nel 1815 entrò trionfalmente a Buenos Aires. Ma nel 1816 affrontò la sconfitta finale quando i portoghesi, sperando di aggiungere le province intorno al Rio de la Plata al Brasile, invasero l’Uruguay. Buenos Aires si rifiutò di sostenerlo, e dopo una lotta di 4 anni le forze di Artigas furono sconfitte. Da allora Artigas visse in esilio in Paraguay, non partecipando più alla lotta per l’indipendenza dell’Uruguay. Con la proclamazione dell’indipendenza uruguaiana nel 1828, fu invitato a tornare dai suoi seguaci vittoriosi, ma rifiutò. Morì ad Asunción il 19 settembre. 23, 1850.

Il significato di Artigas ha attraversato i confini nazionali. In Uruguay è ricordato più accuratamente come l’architetto di un sentimento di unicità e orgoglio regionale che alla fine ha portato all’indipendenza. Non ha mai favorito l’indipendenza per l’Uruguay, preferendo sempre il concetto di una confederazione di tutte le province che costituiscono l’ex vicereame del Rio de la Plata. Per l’Argentina ha prima articolato i principi del federalismo nelle “Istruzioni del 13”, che sono stati incorporati nella Costituzione del 1852. In base a questa costituzione l’Argentina ha finalmente raggiunto una certa stabilità, permettendole di crescere in una posizione di vero potere in Sud America.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.