Come utilizzare il monitoraggio dei media per l’analisi dei concorrenti

Perché si dovrebbe utilizzare l’analisi dei concorrenti?

A meno che non ti sei trovato la nicchia più niches, è probabile che tu non abbia uno, ma più concorrenti. Tutti voi in lizza per l’attenzione dello stesso target di riferimento.

Come ti differenziare? Qual è il tuo vantaggio competitivo?

Devi sapere come vuoi che il tuo pubblico percepisca il tuo marchio e crei una strategia di posizionamento di conseguenza.

Conoscere i vostri concorrenti, la loro strategia e come il pubblico li percepisce è un passo verso ottenere una gamba sulla concorrenza.

Imparare i loro punti di forza e di debolezza in modo da poter identificare possibili opportunità e minacce è necessario.

Questo è dove l’analisi concorrente entra in atto.

Da dove inizi, però?

Identificare la competizione è il tuo punto di partenza. Questo è dove Google e altri motori di ricerca, social media, o anche i vostri clienti entrano in gioco. Semplicemente googling te stesso o le parole chiave relative al business può aiutare a scoprire concorrenti scorrendo i risultati su SERP.

Tuttavia, mentre questo è un buon modo per scoprire la concorrenza quando si tratta di analisi della concorrenza, potresti trovarla carente. Spulciando tutti i dati provenienti da diversi concorrenti’ siti web, social media, e altre fonti può essere piuttosto ripetitivo e richiede tempo, come è tutto fatto manualmente. Nevermind la memorizzazione e l’analisi dei dati raccolti parte.

E se invece tutto ciò fosse automatizzato?

L’alternativa alla ricerca manuale della concorrenza è il monitoraggio dei media, un modo per scoprire le menzioni pertinenti in tempo reale, non appena vengono pubblicate online.

Nel resto di questo blog ti mostreremo in quali modi il monitoraggio dei media può essere utile per l’analisi competitiva.

Identificazione della concorrenza

È già stato detto che il punto di partenza in un’analisi della concorrenza è identificare la concorrenza.

Tuttavia, oltre a utilizzare i motori di ricerca, i social network o i clienti per identificare i concorrenti, puoi anche utilizzare strumenti di monitoraggio dei media.

E ‘ semplice come il monitoraggio di parole chiave e frasi relative al vostro business e prodotti.

In questo modo puoi capire:

  • su chi si fissa il tuo pubblico di destinazione,
  • di chi parlano i media,
  • chi sta creando contenuti (blog, video…) sull’argomento che stai monitorando, ecc.

Tutti questi possono aiutarti a trovare i concorrenti più vicini.

Ecco come lo facciamo a Mediatoolkit.

Prendiamo i marchi sportivi, per esempio. Puoi già citarne alcuni in cima alla tua testa, i più importanti al giorno d’oggi Nike e Adidas.

Tuttavia, per avere un’idea migliore dei possibili concorrenti, puoi tenere traccia di parole chiave come “sneakers”, “sneaker brands”, “sneaker shoes”, “sneaker news”. Oppure, puoi essere più specifico e tracciare, ad esempio, “scarpe da basket” per vedere quali marchi vengono fuori.

Un paio di menzioni che si presentano quando si verifica che la parola chiave “scarpe da ginnastica” in Mediatoolkit

Un paio di menzioni che si presentano quando si verifica che la parola chiave “scarpe da ginnastica” in Mediatoolkit

Tutti (top) i concorrenti in un unico luogo

una Volta che hai identificato i concorrenti, bisogna scegliere quelle concorrenti che si ritengono più rilevanti.

Quindi puoi iniziare a rintracciarli. Strumenti di monitoraggio dei media sono grandi nel modo in cui rendono possibile per voi per mantenere tutti i concorrenti e i dati raccolti in un unico luogo, e ancora distintamente separati.

Si può essere solo un clic di distanza da mischiare da un concorrente all’altro.

Cartella Concorrenti

Sapere immediatamente quando appaiono nuove menzioni

Quando si tiene traccia dei concorrenti tramite uno strumento di monitoraggio dei media, non è necessario cercare attivamente menzioni di loro nei media.

Piuttosto, le menzioni vengono da te.

Il secondo in cui un media outlet o un profilo di social media menziona i concorrenti che stai monitorando, tale menzione apparirà nel tuo feed. Puoi anche impostare avvisi che ti informano sulle nuove menzioni, di solito tramite e-mail, ma puoi anche integrare strumenti di monitoraggio dei media con Slack o Trello (a seconda dello strumento di monitoraggio dei media).

Panoramica giornaliera delle menzioni via e-mail

Trovare influencer

Il monitoraggio dei media è ottimo anche per trovare influencer come parte dell’analisi dei concorrenti.

Le collaborazioni con influencer possono aiutarti a raggiungere un pubblico più ampio, migliorare la consapevolezza del marchio, creare fiducia, ecc. Non solo puoi cercare i tuoi influencer, ma puoi anche vedere quelli dei tuoi concorrenti.

Vedi se riesci a contattarli e offrire loro di provare il tuo prodotto, e forse li conquisterai. Se un certo influencer non è soddisfatto dei prodotti del concorrente, questa può essere una grande opportunità per te di raggiungere!

Elenco dei top influencer

Conoscere le ultime notizie

Questo continua bene sul punto precedente. Si riferisce a ciò che il concorso stesso pubblica. Ciò include annunci di nuovi prodotti, aggiornamenti sugli aggiornamenti dei prodotti, campagne di marketing, nuovi contenuti, posizioni aperte, prezzi, ecc.

È anche possibile monitorare esclusivamente il loro sito web o profili di social media e direttamente essere informati su eventuali nuovi avvenimenti nella loro attività. Anche in questo caso, è possibile impostare avvisi per essere notificati in tempo reale, o digerisce è possibile ricevere ogni giorno o ogni settimana per una panoramica menzione.

Monitoraggio di un sito web specifico e profili di social media (ad esempio Twitter)

Risultati ci si può aspettare da questo tipo di monitoraggio (sito Nike)

che Cosa si può fare con i dati raccolti in questo modo?

Ad esempio, se la concorrenza cambia il loro prezzo (cioè abbassa il loro prezzo), è possibile regolare di conseguenza. Lo fai sottolineando ciò che consideri il tuo vantaggio competitivo – sia esso la qualità del prodotto, il design o sì, prezzi più bassi rispetto a quelli dei tuoi concorrenti.

Analisi delle menzioni

Uno dei maggiori vantaggi dell’utilizzo del monitoraggio dei media per l’analisi dei concorrenti è la disponibilità di report. Dopo tutto, a che serve i dati raccolti se non li analizziamo correttamente?

Con l’aiuto di strumenti di monitoraggio dei media, puoi confrontare la tua reputazione del marchio online con i tuoi concorrenti. Un paio delle metriche più interessanti che è possibile utilizzare per questo scopo sono la quota di voce e sentiment analysis.

Quota di voce come misura della portata è un ottimo modo per scoprire come si accumulano contro la concorrenza. Come è la vostra visibilità del marchio quando messo contro i vostri più grandi concorrenti?

Share of voice: Nike, Adidas, Converse, nel periodo dal 14 Maggio al 14 giugno

Nell’esempio qui sopra, possiamo vedere che la Nike (43,1%) e Adidas (il 38,2%) sono in vantaggio, e non sono molto distanti.

Adidas si accumula abbastanza bene accanto a Nike, ma Nike è ancora in testa. Analizzando la strategia online di Nike, Adidas può lavorare per capire come cercare di superare Nike.

Inoltre, analizzando il sentimento, puoi vedere quale sia l’emozione prevalente tra il pubblico di destinazione quando si tratta dei tuoi concorrenti.

Si appoggia più verso il sentimento positivo o negativo? Cosa ha causato l’uno o l’altro? Come si confronta con la tua analisi del sentiment?

Numero di menzioni per sentiment: un confronto (Nike, Adidas, Converse)

Un altro ottimo modo per analizzare le menzioni dei concorrenti e l’attività online è utilizzando i nostri report personalizzati.

In questo esempio, abbiamo creato un grafico che mostra le menzioni di Nike in un periodo di un giorno per ore. Come puoi vedere dall’immagine qui sotto, c’è stato un flusso costante di menzioni durante il giorno con un grande picco intorno a 1 pm.

Menzioni di Nike per ore

Questo grafico da solo può dirti molto sui tuoi concorrenti: quando pubblicano, su quali canali pubblicano, su quali canali sono menzionati di più, ecc.

Ma, c’è di meglio!

È possibile creare un grafico aggiuntivo (nella foto sotto) che può dare ancora più contesto.

Interazioni con i social media

Questo grafico mostra su quali canali il pubblico ha interagito maggiormente con i post. Come puoi vedere dall’immagine qui sotto, Nike ha ottenuto il maggior numero di interazioni dal pubblico attraverso YouTube.

Questo è solo uno dei tanti modi in cui è possibile utilizzare grafici personalizzati: è possibile scegliere diverse dimensioni, condizioni di taglio, tipi di grafici, periodi di tempo e altri parametri più adatti alle proprie esigenze.

Identificare le aree di miglioramento

Una volta eseguita l’analisi del concorrente, è possibile avere una migliore comprensione e una visione più profonda della concorrenza. Non solo la concorrenza, ma anche la propria attività. Potresti trovare aree che mancano e richiedono miglioramenti rispetto alla strategia dei tuoi concorrenti, sia nei contenuti, nelle prestazioni dei social media, nel SEO o in altre aree.

In altre parole, sarete in grado di identificare possibili opportunità di miglioramento o ridurre al minimo le possibili minacce. Come lo è l’obiettivo dell’analisi della concorrenza.

L’analisi dei concorrenti è qualcosa che ogni azienda dovrebbe fare. Che si tratti della ” vecchia maniera” o con l’aiuto dei più recenti strumenti e tecnologie, deve essere fatto. Per tenere davanti, o per lo meno, essere al passo con i vostri più grandi concorrenti.

If you want to start tracking your competitors right away, sign up for our 7-day trial!

FREE TRIAL

Klara Gavran Member since December 4, 2018

Part of the Mediatoolkit marketing team. Fanfiction and sleep enthusiast dabbling in content creation. https://www.mediatoolkit.com/blog

Contributor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.